LYRIC

Te l'hanno mai detto che il vero attore non recita mai, mai?
Te l'hanno mai detto che il vero attore non recita mai?

Ricordi, ricordi, vorrei tu ricordassi
I miei occhi fissi, i miei per sostenerti
Non stanno mai fermi, non stanno mai fermi
Ho fatto e farò ciò che c'è in mio potere
Ho fatto e farò ciò che c'è in mio potere

Avanti, va' avanti, voglio sentire il seguito
Avanti, va' avanti, voglio vedere il seguito
Avanti, va' avanti, voglio vedere, voglio vedere
Ho imparato per te, solo per sostenerti

Sei stato tu a minar la convinzione
Che il bravo attore non reciti mai
Sei proprio tu che mi getti nel dubbio
L’abisso che ormai è dentro un po’ a tutti noi
Mi hai detto: "Lo stomaco mi stringe i secondi"
"Lo stomaco mi stringe i secondi"
"Lo stomaco mi stringe i secondi"
"Lo stomaco mi stringe i secondi"

Ieri, ..., ho spuntato una vittoria
La guerra non è vinta
Ma mi basterà trascrivere il mio nome
Ho preso ieri una decisione
Sapesse che tortura decidere se renderla partecipe
Oppure alquanto ostile
C'è una cosa che, sa, non mi fa dormire:
Quanto l'ultima parola stia al rancore
Tanto l'insonnia, questo è noto
Pianto o riso, in mezzo ad altri è sola
Al cimitero degli inglesi
E non c'è prezzo per la condizione
Di chi giace e poi risorge
Comprendendone la mole
Ho preso ieri una decisione
Spero sia stato un bene

Ma c'è un particolare, non mi lascia dormire
La dignità inconstante mal ripaga il cuore
La dignità inconstante mal ripaga il cuore
La dignità inconstante mal ripaga il cuore

Added by

admin

SHARE

Your email address will not be published. Required fields are marked *

About "Ieri"

?

Ieri Track info